mail unicampaniaunicampania webcerca

    Progetti di Ricerca

    Le principali linee progettuali del Dipartimento sono rappresentate da:

    1. Studi clinici e biologici sulla sfera riproduttiva femminile: dallo studio di fattori inquinanti ambientali come distruttori endocrini alla ricerca dei potenziali marcatori per il miglioramento dell’outcome delle tecniche di fecondazione in vitro alla oncofertilita.

    2. Studio della patologia oncologica ginecologica e delle disfunzioni del pavimento pelvico: l’ obiettivo di questa linea progettuale e duplice: lo studio di nuove approcci terapeutici medici chirurgici e riabilitativi per i difetti del pavimento pelvico in particolare per le disfunzioni vescicali e per le cistite rare, e l’applicazione di tecniche chirurgiche fertility-sparing nel management dei tumori ginecologici insieme alla ricerca di nuovi marcatori dei tumori ginecologici e di farmaci per la loro gestione.

    3. Trattamento mininvasivo di patologie del bambino e dell’adulto con particolare focus sulla calcolosi urinaria, le patologie congenite ed acquisite della via escretrice e le patologie oncologiche, nonchè alla fisiopatologia dello pneumoperitoneo in corso di laparoscopia. In campo Laparoscopico sono stati portati avanti, e sono tuttora in corso, studi sulla miniaturizzazione dello strumentario e su tecniche di chirurgia attraverso accesso singolo (Laparoendoscopic Single Site surgery – LESS) ed attraverso orifizi naturali (Natural Orifices Transluminal Endoscopic Surgery), condotti in rapporti di collaborazione internazionale con l’Universita del Minho (PT), soprattutto per quanto riguarda la parte di laboratorio animale.

    4. Obesità infantile: studiare, in bambini ed adolescenti affetti da obesità severa, i fattori scatenanti le principali complicanze metaboliche, le complicanze epatiche, la predisposizione genetica nei confronti della NAFLD (IRGM2, TM6SF2, GPR120, CB2). Infine e stato valutato il ruolo svolto da un particolare endocrine disruptor, il bisfenolo A, nella predisposizione all’obesità ed all’insulino resistenza.

    5. Patologie endocrinologiche in età pediatrica: I principali interessi di questa linea progettuali sono: la genetica dell’eta del menarca e della puberta precoce; lo screening genetico in pazienti con bassa statura, lo studio delle complicanze endocrinologiche di patologie rare.

    6. Gastroenterologia pediatrica: a. Particolare interesse all’approccio diagnostico e terapeutico dei bambini affetti da disordini funzionali gastrointestinali alla luce dei nuovi criteri diagnostici. Inoltre, la ricerca e stata rivolta ad implementare le nuove conoscenze nell’ambito della diagnosi molecolare della malattia celiaca. Studio delle malattie infiammatorie croniche intestinali ponendo particolare interesse all’immunologia mucosale, fattore eziologico determinante di tali condizioni patologiche. L’attività di ricerca ha permesso di approfondire la conoscenza riguardo specifiche popolazione immunologiche, come le cellule dendritiche e le cellule T regolatorie, inoltre, ha permesso la pubblicazione di diversi lavori nell’ambito delle malattie infiammatorie croniche sia clinici che di ricerca di base.

    7. Studio del sistema EC/EV: interesse principale e il ruolo di tale sistema nel metabolismo osseo di soggetti sani, di donne con osteoporosi post-menopausa, nei pazienti talassemici. Ulteriore interesse e lo studio dell’attività immuno-regolatoria ed infiammatoria del recettore CB2 nelle patologie autoimmuni ed infiammatorie dell’età pediatrica (ITP, ceiachia, MICI, obesita,NAFLD). Interesse più recente e lo studio dell’azione anti-tumorale del sistema EC/EV nei tumori infantili (osteosarcoma, leucemia linfoblastica acuta)

    8. Ematologia pediatrica: Negli ultimi anni l’interesse e stato rivolto soprattutto al metabolismo del ferro ed ai suoi chelanti e allo studio della malattia drepanocitica in Italia. In particolare è stato visto il ruolo dell’epcidina nell’assorbimento del ferro nelle malattie infiammatorie intestinali. Sono stati effettuati studi in vitro sugli effetti del sovraccarico del ferro nelle cellule mesenchimali stromali e negli osteoclasti. Inoltre e stato visto il ruolo del chelante orale deferasirox sul sovraccarico di ferro cardiaco, sull’asse endocrino nei pazienti affetti da Talassemia Major e le sua farmacocinetica in relazione a diverse variabili genetiche(ERN-Euro Blood Net-European Reference Network in Rare Hematological Diseases). Altre linee di ricerca riguardano le Trombocitopenie ereditarie ed acquisite e le Eritrocitosi congenite.

    9. Oncologia Pediatrica: quattro principali linee di ricerca in questo ambito: ruolo della istone lisina metiltransferasi EZH2 nella regolazione epigenetica nella patogenesi ed evoluzione dei tumori solidi e delle leucemie acute dell’eta pediatrica; attivita’ antitumorale della manganese superossido dismutasi ricombinante (rMnSOD) o del suo peptide leader coniugato a chemioterapici convenzionali nelle leucemie linfoblastiche ad alto rischio e nei linfomi pediatrici; Whole exome and targeted sequencing nel Neuroblastoma ad alto rischio in collaborazione con Prof. Achille Iolascon (CEINGE Biotecnologie Avanzate); azione anti-tumorale del sistema EC/EV nei tumori infantili(osteosarcoma, leucemia linfoblastica acuta).

    10. Anestesiologia e rianimazione: linee di ricerca: studio della terapia del dolore (Progetto FACT; STUDIO MULTICENTRICO INTERNAZIONALE KF 10004/10; studio PAIN OUT; TALENTANDOLO); studio della ideale strategia ventilatoria nei pazienti obesi (studio PROBESE); identificazione della ideale strategia ventilatoria nei pazienti sottoposti a ventilazione monopolmonare per chirurgia toracica (studio PROTHOR); analisi della strategia ventilatoria durante le procedure di riparazione per via endoscopica delle lacerazioni tracheali. Ulteriori linee di interesse sono rappresentate da: infection Control (studio COLI-CROSS; studio MERCY, studio MUSE); umanizzazione in area critica (progetto Intensiva 2.0).

    ELENCO PROGETTI PER AREA

    facebook logoinstagram buttonyoutube logotype